Attrezzature


La passione di Gabriele Ribolini per la meccanica lo vede come collezionatore ed utilizzatore di numerose attrezzature all'interno del suo laboratorio: torni, frese a controllo numerico e numerosi altri macchinari popolano il laboratorio artigianale.

Nell'atelier si possono vedere in azione macchine piĆ¹ tradizionali come torni manuali che contano oltre 50 anni come pure sistemi ultramoderni per la progettazione e realizzazione con l'ausilio di computer e dell'elettronica.

Queste attrezzature permettono al maestro orologiaio di restaurare orologi antichi, di ricostruirne i pezzi rovinati o mancanti, come di progettare ex-novo orologi da tasca, polso o pendole anche su commissione.